Contributi del CONTO TERMICO

Sicuramente questo il momento migliore per sostituire il vostro vecchio impianto di riscaldamento grazie agli incentivi del GSE.

A partire dal 03/01/13 è infatti entrato in vigore il cosiddetto “Conto Energia Termico” che prevede un contributo in denaro per l'acquisto di stufe, termocamini e caldaie a biomassa che rispondano a particolari requisiti e che siano installate in sostituzione di alcune tipologie di impianti di riscaldamento già esistenti.


Quindi non si tratta di una detrazione fiscale ma di un incentivo erogato direttamente dal GSE al richiedente in due anni (per stufe, termocamini, o caldaie fino a 35 kW) o in cinque anni (per caldaie sopra i 35 kW).

 

CHI PUÒ RICHIEDERLO

 

Possono accedere al Conto Termico:

  • Amministrazioni Pubbliche, privati (imprese, persone fisiche, condomini) o aziende agricole che sostituiscono un apparecchio a gasolio, olio combustibile, carbone o biomassa poco efficiente con un nuovo apparecchio a biomassa (legna o pellet);
  • Aziende agricole che installano un apparecchio a biomassa nuovo (anche non in sostituzione) o sostituiscono un apparecchio a GPL con uno a biomassa ad alta efficienza, in zona non metanizzata

 

CHE PRODOTTI RIENTRANO

 

Un prodotto, per rientrare negli incentivi del Conto Termico, deve dimostrare di rispondere a standard qualitativi particolarmente restrittivi, sia in termini di rendimento che di emissioni in atmosfera.

Numerosi prodotti a pellet da noi in vendita hanno queste caratteristiche e sono quindi incentivabili con il Conto Termico.

Ad esempio: per la stufa a pellet Toba Air White di MCZ in foto, prezzo di listino 2500 Eur, l'incentivo in quasi tutta la povincia di Sondrio corrisponde a 1203,75 Eur 

 

COME VIENE CALCOLATO

 

Il contributo che potete ottenere varia in funzione:

  • della potenza nominale del prodotto scelto
  • delle emissioni polveri in atmosfera rilasciate dal prodotto scelto
  • delle ore di funzionamento calcolate in media in base alla Provincia e al Comune in cui sarà installato il prodotto


È facile quindi comprendere che un prodotto ad alto rendimento e con bassi livelli di emissioni in atmosfera, installato in una zona climatica particolarmente fredda, otterrà un contributo molto più alto rispetto ad un prodotto con performance inferiori e installato in un'area più calda.

 

COME OTTENERLO

 

L'ente responsabile della valutazione delle domande e dell'erogazione dei contributi è il GSE (Gestore Servizi Energetici), che in questi giorni sta predisponendo un portale dedicato con tutti i dettagli utili. Lo trovate a questo indirizzo: http://www.gse.it/it/Conto Termico/Pages/default.aspx

All'interno del portale GSE sarà disponibile una scheda domanda da compilare esclusivamente on-line, che andrà presentata entro 60 gg dalla data dell'intervento (o entro 60 gg dall'attivazione del portale per i prodotti installati dal 3 gennaio 2013 alla data di disponibilità del portale). Una volta verificati tutti i requisiti, il GSE genererà la domanda effettiva con un codice identificativo. Approvata la richiesta di incentivo, tra utente e GSE verrà siglato un contratto con l'obbligo di conservare la documentazione per tutta la durata dell'incentivo e per i 5 anni successivi.

12/04/2013